La storia islandese insegna: la democrazia è una rivoluzione che parte dal basso


Eppure quindici anni di crescita economica avevano reso l’Islanda uno dei paese più ricchi del mondo. Una ricchezza basata sul modello del neo liberismo puro che aveva consentito un rapida ed effimera crescita. Tutto comincia nel 2001 con l’inizio della privatizzazione delle banche.Nel 2003 tutte le banche del paese erano completamente privatizzate e si adoperavano ossessivamente per attirare investimenti stranieri nel paese. Le banche, come esca, adottavano la tecnica dei conti online, che riducevano drasticamente i costi di gestione, e permettevano tassi di interesse più alti.Il programma si chiamava IceSave.

via La storia islandese insegna: la democrazia è una rivoluzione che parte dal basso | Informare per Resistere.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s