Le forze dell’ordine chiedono le dimissioni del governo: mai successo nella storia dell’Italia


A 150 anni dall’Unità d’Italia passando dal Regno alla Repubblica e con una serie di guerre mondiali all’interno della storia italiana,non era mai capitato che i rappresentanti sindacali delle forze dell’ordine protestassero e chiedessero apertamente le dimissioni di questo governo. E quella presa in giro continua che infastidisce,e in quel ridurre tutto a un gioco,e in quel raccontare ipocrita e pieno di retorica,in quel fare false promesse e agire esattamente al contrario, in quell’usare le persone per miserabili fini personali, in quel portare continuamente divisioni e lavorare per lo sfascio del paese, in quell’alimentare odio per creare distrazioni di massa usando le forze dell’ordine, la manifestazione del 15, per come è stata organizzata, voleva consegnare , mentre il Ministro leghista non si è nemmeno degnato di essere presente in città per seguire l’andamento, e non parliamo di un torneo di bocce. Molti poliziotti hanno denunciato la malafede degli organizzatori politici, che hanno pensato alla loro zona rossa e a quelle 40 vittime sacrificali tra le forze dell’ordine che dovevano essere ostaggi di eventuali provocatori.

via ItaliaLe forze dell’ordine chiedono le dimissioni del governo: mai successo nella storia | Informare per Resistere.

Advertisements

Inventa il sistema per risparmiare carburante Ma in Italia la sua idea non interessa


Italiano: Sergio Marchionne

Image via Wikipedia

Il meccanico Leonardo Grieco ha messo a punto il Kinetic Drive System, che permette alle auto di dimezzare i consumi di carburante, abbattere le emissioni del 60 per cento e allungare la vita del motore dell’80 per cento. Il Kds, scartato dalle grandi case automobilistiche tra cui la Fiat, viene montato in alcune carozzerie svizzere

via Inventa il sistema per risparmiare carburante Ma in Italia la sua idea non interessa | Informare per Resistere.

Ecco il grattacielo-serra, in Svezia il ‘contadino’ si trasferisce in città


Al via i lavori a Linkoping, in Svezia, per quella che si annuncia come la prima grande serra metropolitana al mondo. Ad ospitarla un vero e proprio grattacielo che avrà al suo interno coltivazioni di ortaggi e verdure per il consumo cittadino. Un paio di anni fa, la Plantagon, una compagnia svedese-americana, ha reso noto il suo progetto per una serie di enormi serre all’interno di grattacieli che avrebbero trasformato il volto dell’agricoltura nelle grandi città. L’intenzione è quella di fornire una soluzione al deficit di produzione nelle realtà urbane più popolose

via Ecco il grattacielo-serra, in Svezia il ‘contadino’ si trasferisce in città – Adnkronos Esteri.

Le differerenze tra l’Italia e la Norvegia, il paese senza debito pubblico


Cosa deve fare l’Italia per uscire dalla crisi? Semplicemente essere la Norvegia.

Il paese del sole di mezzanotte, delle aurore boreali e dei guizzanti e polposi salmoni rosa rappresenta tutto quello che l’Italia non é. Loro hanno l’indice di sviluppo umano più alto del mondo, ma soprattutto, non hanno debito pubblico. la Norvegia é infatti uno dei pochi stati europei in attivo (+10%) mentre il povero Stivale sgangherato ha un debito pubblico del 124% del proprio PIL.

LE DIFFERENZE TRA L’ITALIA E LA NORVEGIA, IL PAESE SENZA DEBITO PUBBLICO. | Informare per Resistere

Giustizia, Italia agli ultimi posti nel mondo


English: emblem of the Italian Republic Italia...

Image via Wikipedia

La giustizia in Italia? Da record. E’ agli ultimi posti nel mondo: meglio di noi Gambia, Mongolia e Vietnam. Ma non solo. Abbiamo oltre 9 milioni di fascicoli arretrati che ci costano, per la parte civile, 96 miliardi in mancata ricchezza. Smaltirli farebbe schizzare il pil del 4,8%, ma basterebbe anche abbattere del 10% i tempi per guadagnare lo 0,8%. E poi i costi per le imprese: spropositati, il doppio che in Germania. Questa in sintesi la radiografia del sistema giustizia Italia che emerge analizzando dati e stime di Confindustria, Cprc e Banca Mondiale.

Giustizia, Italia agli ultimi posti nel mondo: conto da 96 mld per gli arretrati – Adnkronos Cronaca